Riorganizzazione generale

È da tanto tempo che non ho ben chiaro cosa farne di questo spazio e di come sfruttarlo per raccogliere interessi, hobby e passioni da condividere con il mondo.

In passato mi sono chiesto se fosse meglio chiuderlo una volta per tutte, ed aprire al suo posto un sito vetrina, in cui espongo una mia descrizione, il mio CV aggiornato o cose simili.
Ma a chi mai potrebbe interessare una cosa del genere? Forse se fatto in maniera intelligente può anche interessare a qualcuno.

Oggi ci sono decine e decine di servizi che gratuitamente o con una somma irrisoria ti permettono di fare ciò, senza portarti a casa pensieri di hosting, quote annuali e manutenzioni di installazioni wordpress.

Con Instagram puoi condividere i tuoi scatti, con linkedin le tue competenze professionali, con twitter i tuoi pensieri, e con facebook, beh un po' di tutto.

Vale ancora la pena tenere aperto l'ennesimo blog? Per scrivere cosa?
Il punto è proprio lì.

Ultimamente ho usato questo spazio per parlare dei miei viaggi o di alcuni prodotti che ho acquistato.
Di questa roba in giro è pieno, e dopo aver seguito per anni gente che parla dei propri viaggi e ci racconta le proprie esperienze, ho capito che non si sposa al 100% con la mia filosofia: non viaggio abbastanza per rendere sostenibile questa linea editoriale.

A questo punto ho cercato di tirare una linea e di definire una volta per tutte cosa farne di tutto ciò.
  • Di recente mi sono avvicinato alla lettura, di conseguenza avevo intenzione di riportare in un posto tutto quello che mi annoto. Vorrei evitare l'ennesimo blog-recensione, evidenziando i punti chiave di qualche lettura che reputo interessante ed utile condividere con voi.
  • Organizzazione e gestione del proprio tempo e denaro sono delle fisse che ho da sempre. Non escludo ci siano delle parentesi anche abbastanza lunghe su questi temi.
  • Seguo ancora, pur con scarsi risultati, dei progetti personali più vicini al mio lavoro. Amo follemente il mondo Raspberry Pi ed affini, quindi aspettatevi qualche fuori tema del genere.
  • La fotografia resta comunque uno dei miei principali mezzi di espressione e di sfogo.
Questo sarà il focus su cui incentrerò e porterò avanti questo blog.
Ho intenzione di spostarlo su un sottodominio blog.vincenzocicogna.net, e di utilizzare il dominio principale come pagina di presentazione con un portfolio dei miei progetti e delle mie skills.
Detto ciò, mi metto subito a lavoro.
Buon inizio settimana a tutti.

Share:

Gargano 2017

Settembre, mese del grande ritorno. Dopo questa caldissima estate, passata nella mia terra di origine ho deciso di girare per qualche giorno sul Gargano e portarvi qui sul blog un breve video che riassuma le mie vacanze.
Spero vi faccia venire voglia di prenotare la vostra prossima vacanza nel Gargano, è un posto davvero meraviglioso e merita tantissimo.
Buona visione.


Share:

Giro in montagna: Rifugio Aviolo



La montagna non è mai stata una mia meta usuale, nonostante ami i profumi ed i paesaggi che riesce a regalare.
Il motivo principale è perché sono cresciuto in una zona non particolarmente montuosa, e di conseguenza sono stato attirato sin da piccolo dal mare.

Di recente, dopo tantissimo tempo, mi è ricapitata l'occasione di farmi un giro in montagna e a dire il vero mi è tornata la voglia di fare più spesso questo tipo di uscite.

Vi propongo oggi un breve video della mia ultima uscita, per capire di cosa sto parlando.
Share:

La Mucca Viola




L'ultimo libro che ho letto durante queste vacanze natalizie è il libro la Mucca Viola di Seth Godin.
Qui in seguito lascio il mio commento in podcast:






Se volete acquistare il libro lo trovate su Amazon: http://amzn.to/2iAPRIs


Share:

Dusseldorf



Per il weekend dell' 8 dicembre ho deciso di raggiungere una città del nord della Germania, e visitare i famosi mercatini di Natale.

Dusseldorf è una città molto frequentata da uomini d'affari sopratutto per il suo importantissimo polo fieristico in ambito moda, business e pubblicità.


Tra i posti interessanti di questa città possiamo ammirare il lungo Reno e Marktplatz.
Nordpark, almeno in questo periodo è stata un amara delusione.
Il giardino era spoglio e freddo, le fontane spente e poco curato.
Sicuramente sarà una meta ambita a primavera, a guardare le foto esposte sugli espositori, ma in questi periodi è da evitare assolutamente.

Vi invito a fare il consueto giro delle prelibatezze tedesche offerte dai vari banchetti dei mercatini.
Non deve assolutamente mancare, il panino con Wurstel e il Gluhwein.
In alcuni stand si servivano panini con il salmone affumicato.
Non ho avuto modo di assaggiarlo ma aveva un aspetto molto invitante.

Per raggiungere Dusseldorf consiglio di atterrare nell'aeroporto della città, servitissimo dai mezzi e con orari molto comodi.
Io ho viaggiato su Ryanair e naturalmente sono atterrato in un aeroporto di periferia a Weeze.
Anche se risparmiate qualcosina sul volo, bisogna tener conto che si è molto distanti dalla città.
Di conseguenza bisogna o noleggiare un auto oppure spostarsi in autobus.
Il costo dell'autobus è di circa 20 euro a corsa.
Quindi fate due conti quando scegliete l'aeroporto.



Altra nota dolente sono le indicazioni e segnaletica nelle stazioni ferroviarie.
Nelle stazioni della metropolitana o della ferrovia, è veramente raro trovare indicazioni in una lingua che non sia il tedesco.

La città si gira comunque molte bene a piedi ed un giorno è più che sufficiente per visitarla completamente.

Come al solito ho girato un breve video con alcune immagini della città.
Buona visione e buon anno a tutti.
Share: