25 marzo 2013

Glass vediamoci chiaro


Dal debutto dei Google Glass, ne abbiamo sentite di tutti i colori.
Occhiali del futuro per una tecnologia del futuro.
In effetti non si tratta di tecnologia tanto scontata. È una vera rivoluzione.
Discutibili le applicazioni, e altrettanto discutibile è il prezzo/utilità di un tale aggeggio.
Fonti certe affermano che per impossessarsi della nuova chicca di casa Google servono almeno 1500 $ e per ora è ristretto solo ad un gruppo limitato di utenti.
Vediamo qualcosina in dettaglio.
Il dispositivo è dotato di una embedeed camera, un GPS, un microfono, una cuffia e un display a prisma.
Tutto è comandato e gestito attraverso dei comandi vocali, è da notare l'ormai famoso incipit: "ok glass".
La comunicazione è affidata naturalmente al wireless o al bluethooth.
Quest'ultimi permettono la comunicazione anche con altri dispositivi.
Un recente brevetto depositato in questi ultimi giorni da Google, mostra come il dispositivo possa interagire con elettrodomestici o apparecchiature di uso quotidiano, come ad esempio un frigorifero o l'apertura di un cancello. 
Ma non solo.
Pensate di gestire un intero sistema domotico, attraverso un paio di occhiali.
Durante le prime presentazioni, è stata messa a fuoco una delle funzionalità cardini di google glass.
Quella di poter proiettare in tempo reale su un occhiale A, tutto ciò che succede agli "occhi" di un occhiale B.
Pensate come potrebbe essere utili ad esempio nel campo di un sistema di sicurezza nella propria abitazione.
Oppure gestire la temperatura ambientale con un semplice ... ok glass set temperature living to 25°.


Share:

0 commenti:

Posta un commento