Parliamo di stipendi italiani

Oggi parliamo di stipendi e di come l'Italia se la cava tra i suoi fratelli europei.
Il primo dato che voglio mettere in discussione è lo stipendio medio annuale lordo italiano, pari a circa 29214 € riferito all'anno 2017.
La posizione italiana della classifica spezza totalmente i delta che ci sono con gli altri stati dell'Unione Europea, basta pensare alla Francia, che subito segue l'Italia, registra una RAL media annua lorda pari a 37662 €. I primi in classifica sono Lussemburgo, Irlanda e Paesi Bassi rispettivamente con 63K€, 47K€ e 46K€.

Breve considerazione, un italiano quindi guadagna in media 10K€ in meno di un tedesco e 8.4K€ in meno di un francese, ma se la cava comunque meglio della Spagna, Grecia e Portogallo.

La cifra di 29K€, confermata più o meno anche per l'anno 2018, però è riferita ad una media annua, possiamo vedere nel dettaglio come viene distribuita e di quanto si discosta questa media nella scala gerarchica.
  • Operai: RAL media lorda annua 24.7K€ quindi una retribuzione mensile lorda di 1.9K€ e netta 1.4K€ per 13 mensilità, 
  • Impiegati: RAL media lorda annua 30.7K€ quindi una retribuzione mensile lorda di 2.3K€ e netta 1.6K€ per 13 mensilità, 
  • Quadri: RAL media lorda annua 53K€ quindi una retribuzione mensile lorda di 4K€ e netta 2.6K€ per 13 mensilità, 
  • Dirigenti: RAL media lorda annua 101K€ quindi una retribuzione mensile lorda di 7.7K€ e netta 4.5K€ per 13 mensilità.
Un dirigente ha quindi una RAL 4 volte superiore ad un operaio, e 3 volte invece rispetto un impiegato.

Facciamo ora una breve considerazione sulla RGA (Retribuzione Globale Annua) dovuto dalla RAL (Retribuzione Annuale Lorda) + RVAL (Retribuzione Variabile Annua Lorda):


  • Operai: RAL media lorda annua 24.7K€  con RVAL di 1155€ e quindi una RGA di 25.9K€
  • Impiegati: RAL media lorda annua 30.7K€ con RVAL di 1530€ e quindi una RGA di 32.3K€
  • Quadri: RAL media lorda annua 53K€ con RVAL di 4263€ e quindi una RGA di 58.4K€
  • Dirigenti: RAL media lorda annua 101K€ con RVAL di 14107€ e quindi una RGA di 115.2K€.

  • Negli ultimi due anni si è assistita ad una stagnazione generale dell'aumento delle RAL, a confronto con gli anni precedenti. Questo può essere dovuto al basso livello di produttività che negli ultimi anni l'Italia sta attraversando.
    In effetti in generale, grazie all'inflazione del 1,1% (2017-2018) il potere di acquisto si è abbassato per tutti gli inquadramenti meno che per i Quadri.

    Prima di chiudere questo primo ragionamento sulla situazione salariale italiana, vi commento un attimo come sono distribuiti i salari italiani ed in che percentuale:
    • Il 15% dei salari distribuiti tra gli italiani cade nel range di cifre da 20k€ a 23K€
    • Più del 55% dei salari tra 23K€ a 31K€,
    • Il 26% invece comprende salari tra  31K€ e 40K€
    • Il 4% copre dai 40K€ in su.
    Naturalmente ci sarebbe ancora molto da dire, sopratutto sulla distribuzione territoriale e sui benefit aziendali, ma questo potrebbe bastare per dare un idea generale della situazione salariale del nostro paese.


    Source: Tutti i dati sono a cura del JP Salary outlook 2019
    Share:

    0 commenti:

    Posta un commento